Tag: new album

Andrea Gioè: L’Ottimista! – la recensione

Andrea Gioè: L’Ottimista! – la recensione

Recensioni
L'Ottimista! è il nuovo di Andrea Gioè, una raccolta che comprende le tappe più significative del percorso artistico del cantautore palermitano.     di Eleonora Montesanti   Ottimista: chi è portato a considerare, giudicare e prevedere gli avvenimenti nel modo più favorevole. E' interessante iniziare ad analizzare il nuovo disco di Andrea Gioè proprio dalla definizione della parola - una parola importante - che ha scelto come titolo. Soprattutto perché le tredici tracce che compongono il disco sono state scritte tra il 2002 e oggi e rappresentano una vera e propria raccolta delle tappe più importanti del percorso artistico e personale del cantautore palermitano. E' molto bello, dunque, che Andrea Gioè abbia scelto proprio questo titolo per racchiudere il su
Gian Marco Basta: Quanto Basta vol3 – anteprima album + intervista

Gian Marco Basta: Quanto Basta vol3 – anteprima album + intervista

Esclusive
E' uscito in anteprima esclusiva su Lamusicarock Quanto basta vol. 3, il nuovo disco del "cantattore tragicomico" Gian Marco Basta. Per l'occasione abbiamo fatto una lunga chiacchierata con lui, per conoscere meglio la sua arte e i bellissimi personaggi che popolano il disco. Buon ascolto e buona lettura!     di Eleonora Montesanti   Quanto Basta vol. 3 è il terzo disco del cantautore bolognese Gian Marco Basta, registrato all’Underground Studio di Bologna e in uscita il 15 settembre 2018. Dieci brani che raccontano di storie marginali, di amori andati male e di vicende di varia umanità, dove il “cantattore tragicomico” delinea con ironia espressionista il proprio ritratto in musica. Siamo lieti di ospitarlo in anteprima su Lamusicarock con due giorni di ant
Francesco Camin: Palindromi – la recensione

Francesco Camin: Palindromi – la recensione

Recensioni
Con il disco Palindromi, il cantautore Francesco Camin, unisce la musica alla natura. Con i ricavati dell'album, Francesco, aiuterà a seminare nuovi alberi nelle zone desertiche dell'Africa e del Sud America.     di Eleonora Montesanti   Francesco Camin, 29 anni, scrive canzoni e attualmente fa il postino sulle montagne del Trentino. Ama gli alberi e la loro vita silenziosa, ma cerca di connettersi con essi attraverso la musica. Proprio da questo legame nasce Palindromi, l'album di Francesco uscito lo scorso 15 giugno, i cui ricavati andranno a Treedom, realtà che si occupa di piantare alberi nelle zone desertiche del mondo. Niente come le parole dello stesso autore possono descrivere questa scelta così particolare: Sono innamorato degli alberi, li ho studiat
Francess: Submerge – la recensione

Francess: Submerge – la recensione

Recensioni
Submerge è il nuovo disco di Francess, l'artista italo-giamaicana che, col suo inconfondibile timbro, dà vita a un pop-soul elegante e profondo.     di Eleonora Montesanti   Avevo già parlato di Francess ai tempi di A bit Italiano (QUI potete leggere la recensione), ovvero una raccolta di brani italiani della tradizione popolare tradotti in inglese in un progetto ambizioso e davvero ben riuscito, uscito alla fine del 2016.  Sono stata molto felice di scoprire che Francess, anche nel nuovo disco intitolato Submerge, abbia basato la propria identità artistica soprattutto sul multiculturalismo, inteso come immersione senza filtri in tutti gli stimoli artistici incontrati nel corso della vita. Un punto di partenza imprescindibile per tutte e dieci le tracce che com
Rita Zingariello: Il canto dell’ape – la recensione

Rita Zingariello: Il canto dell’ape – la recensione

Recensioni
Il canto dell'ape, il nuovo disco di Rita Zingariello, è un'opera limpida e istintiva, in cui la canzone d'autore va a braccetto con il pop migliore.     di Eleonora Montesanti    Si nota fin dal primo ascolto che Il canto dell'ape, il secondo LP della cantautrice pugliese Rita Zingariello, è un disco molto variegato e spontaneo, in cui si uniscono con profonda armonia il pop e la canzone d'autore.  Melodie e contenuti viaggiano sullo stesso percorso, si valorizzano a vicenda e mantengono sempre intatta la loro identità. Più che con dodici canzoni, in realtà, sembra di avere a che fare con dodici racconti, ognuno con una piccola trama, legata però in qualche modo a tutti gli altri. E il legame è proprio Rita, con la sua voce così potente e pulita, con i suoi t
Riccardo Maffoni: Faccia – la recensione

Riccardo Maffoni: Faccia – la recensione

Recensioni
A dieci anni di distanza dall'ultimo disco, il cantautore rock bresciano Riccardo Maffoni torna con Faccia, un album in cui racconta tutto se stesso.     di Eleonora Montesanti   Faccia, il nuovo lavoro discografico di Riccardo Maffoni, rappresenta un quadro, con tante immagini - le canzoni - che fanno parte dello stesso grande disegno - lo sguardo sul mondo dell'artista. Infatti, niente come le sue parole possono descrivere meglio qual è la maniera migliore per approcciarsi all'ascolto di questo disco: «Quando sono entrato in studio per lavorare a questo nuovo album avevo solamente la convinzione di registrare canzoni che parlassero di tutto quello che c’era stato nella mia vita dal mio ultimo album di inediti uscito nel 2008 a oggi. Volevo raccontarmi, senza
Mirco Menna: Il senno del pop: la recensione

Mirco Menna: Il senno del pop: la recensione

Recensioni
Il senno del pop è il nuovo lp di Mirco Menna, frontman de Il parto delle nuvole pesanti. E' un disco poliedrico e variopinto dove ogni canzone racconta una storia diversa.      di Eleonora Montesanti    Ogni uscita discografica in cui è coinvolto Mirco Menna è una sorpresa. Nel suo lungo percorso artistico, tra carriera da solista e collaborazioni, il cantautore bolognese ci ha sempre regalato dischi che sono entrati nelle nostre teste e nei nostri cuori in punta di piedi, ma che risultano essere indimenticabili per il loro infinito spessore.  Il senno del pop, il suo nuovo disco da solista, non è da meno. Dieci tracce che si auto-sostengono, che viaggiano indipendenti l'una dall'altra tra sfumature sonore ed emotive. Se vogliamo proprio cercare un colla
Mauro Pina: L’ho scritto io – la recensione

Mauro Pina: L’ho scritto io – la recensione

Recensioni
L'ho scritto io è il nuovo disco di Mauro Pina, cantautore comasco che, su una scia melodica squisitamente pop, dà vita a un album di carattere autobiografico.     di Eleonora Montesanti    Mauro Pina, classe '66, è un cantautore, polistrumentista e paroliere nato nella provincia di Como. Il suo nuovo disco si chiama L'ho scritto io; Mauro ne ha curato tutti gli arrangiamenti e ha suonato tutti gli strumenti delle undici tracce inedite che lo compongono. Si tratta di un disco la cui linea melodica è indubbiamente pop che profuma molto del primo Battiato (quello di Sono solo canzonette, per intenderci), ma le armonie si impastano in diversi generi, dal prog, al soft rock, al country, alla bossa nova.  L'ho scritto io - come si intuisce dal titolo - è un al
Massimo Priviero: All’Italia – la recensione

Massimo Priviero: All’Italia – la recensione

Rock News
All'Italia, il nuovo disco di Massimo Priviero, è un concept album costruito con storie di vita degli italiani tra l'inizio del Novecento e oggi.     di Eleonora Montesanti    All'Italia di Massimo Priviero è una lezione musicale della Storia d'Italia. Con commozione e dolcezza, il cantautore rock racconta storie di persone normali che però diventano epiche grazie alla loro forza e al loro coraggio.  Si parte dagli anni '20 del Novecento, Villa Regina è un paese costruito dai figli d'Italia immigrati oltreoceano, quando già la migrazione era un fenomeno di massa per il nostro Paese, e si sopravviveva alla nostalgia coltivando la terra.  Aquitania, invece, ci porta nel 1946, quando un contadino analfabeta della Alpi è costretto a trasferirsi nella Francia
Luca Bash: Oltre le quinte – la recensione

Luca Bash: Oltre le quinte – la recensione

Recensioni
Oltre le quinte è il nuovo album di Luca Bash, un'opera "collettiva" dedicata ai musicisti che hanno collaborato al progetto.     di Eleonora Montesanti    Oltre le quinte, il nuovo album di Luca Bash, vuole raccontare quello che c'è oltre il palcoscenico. Oltre alla realtà e alla quotidianità, ci sono anche i musicisti con cui il cantautore condivide non solo il palco, ma anche aspetti professionali e relazionali della sua vita.  Oltre le quinte, dunque, nasce proprio per ringraziarli: ognuno di loro, nella fase più creativa della nascita del disco, ha avuto modo di mettere la propria arte, senza vincoli e indicazioni precise. La particolarità di questo lavoro, difatti, è proprio la mancanza di un produttore artistico: ogni composizione è il frutto del lavoro