Tag: eleonora montesanti

Bianco + Cortex @ Arci Ohibò – Milano : live report e foto

Live Report
Lo scorso 22 aprile Bianco e la sua band hanno incantato l'Ohibò di Milano con un concerto ricco di sorprese. In apertura il cantautore triestino Cortex. Live report di Eleonora Montesanti Foto di Adalpina Psyko E' una serata davvero speciale quella in cui Bianco e la sua band presentano Guardare per aria (il terzo disco dell'artista, che abbiamo recensito qui) a Milano, in occasione della rassegna Il disco distratto del mese, organizzata appunto dai Distratti: l'Ohibò è gremito di gente entusiasta e accogliente. L'onore di aprire la serata spetta a Cortex, un giovane cantautore che siamo lieti di scoprire e che, da solo con la sua chitarra, riesce davvero a conquistare ed emozionare il pubblico. Bianco esordisce con un enorme sorriso e con la dolcezza di Filo d'erba, il primo singolo es

Orlando Manfredi & Duemanosinistra – from Orlando to Santiago : la recensione

Recensioni
From Orlando to Santiago è il nuovo album di Orlando Manfredi, cantautore, attore e drammaturgo torinese. Il disco è nato dall'esperienza umana e artistica di Orlando sul Cammino di Santiago di Compostela, dove l'incontro con gli altri ha arricchito il volume e la densità di ogni passo compiuto in questo viaggio. La produzione artistica è di Gigi Giancursi e Gianni Condina.     di Eleonora Montesanti   Che cosa spinge un cantautore a compiere un viaggio a piedi lungo 800 km che mette a dura prova fisico e spirito? From Orlando to Santiago è la risposta precisa a questa e a numerose altre domande. E' il resoconto artistico, corporeo e spirituale di un viaggio misurato con centinaia di milioni di passi, sostenuti da una piccola chitarra che diventa il completamento per espr

Albedo: Metropolis – la recensione

Recensioni
Metropolis, il quarto disco dei milanesi albedo, è il racconto di un'Odissea ambientata nel futuro, in cui il protagonista affronta un viaggio verso la Metropolis (un chiaro tributo al capolavoro cinematografico di Fritz Lang) alla disperata ricerca di se stesso. di Eleonora Montesanti Fare domande è più interessante che dare risposte. Partirei da questa consapevolezza per parlare dell'ultimo concept album dei milanesi albedo, uscito per Massive Arts Records. Hanno scelto di intitolarlo Metropolis, un titolo imponente e saldo come le fondamenta di un grattacielo, volto a rappresentare il viaggio oscuro e metaforico di un personaggio fragile che  intravede nella grande città una via d'uscita, una possibilità per cambiare il proprio destino. Metropolis, dunque, è innanzitutto una narrazione

Bianco: guardare per aria per ricordarsi di essere positivi – l’intervista

Interviste
In occasione di una delle prime date del tour di Guardare per aria, l'ultimo disco di Bianco (uscito per INRI lo scorso febbraio), abbiamo avuto il grande piacere di scambiare quattro chiacchiere con il cantautore torinese, che, in un viaggio tra passato, presente e futuro ci ha raccontato qual è, secondo lui, lo scopo della musica: coccolare le persone. di Eleonora Montesanti   Ho letto che prima di intraprendere la strada del cantautore suonavi la chitarra in un gruppo punk rock. Quando è nata l'esigenza di scrivere e comporre canzoni? Ti ricordi qual è la prima che hai scritto? Sì, esatto. Ho iniziato a suonare con i Malibu Stacy, un gruppo punk rock in cui ero già io a scrivere i pezzi. Poi, però, è arrivato un momento di grande confusione con la band, uno di quei momenti in cui

Margherita Vicario – Minimal Musical : la recensione

Recensioni
Minimal Musical è il sorprendente disco d'esordio della giovane attrice e cantautrice Margherita Vicario, uscito per l'etichetta indipendente Fiori Rari e prodotto da Roberto Angelini e Daniele “Coffee” Rossi. di Eleonora Montesanti E' un esordio vulcanico, quello della giovane cantautrice romana Margherita Vicario, che con Minimal Musical ci scaraventa nella testa frenetica, disordinata e pulsante della protagonista delle storie che lo compongono. Sì, Minimal Musical è un disco fatto di storie, nove per la precisione, in cui la musica si contamina con elementi teatrali e recitati per solleticare l'immaginazione di chi le ascolta. Il filo narrativo che le unisce, in sostanza, è quello che cuce con cura tutto quel vivere che galleggia tra la brusca fine di una relazione e l'inizio di un'alt

Kutso: una band “per persone sensibili” – intervista

Interviste
Da tempo seguiamo i Kutso e ci divertiamo a vederli live. Qualche tempo fa, la scorsa estate, li abbiamo intervistati in occasione del Parklive al Milano Film Festival grazie a I Distratti, ancora non sapevamo che sarebbero saliti sul palco dell'Ariston. Intervista di Eleonora Montesanti Passa qualche mese e i Kutso arrivano secondi al festival della canzone italiana. Insomma ora i Kutso ora sono f a m o s i!! Bè per noi già lo erano prima, e ora come allora continuano a farci sorridere! Il prossimo venerdi, 13 Marzo 2015, saranno live alla Salumeria della Musica di Milano, concerto consigliatissimo! E se ancora non sapete chi sono eccovi l'intervista di Eleonora Montesanti alla band! Qual è stato il momento in cui avete capito che la musica è la vostra vocazione, la vostra priorità, la

Nadàr Solo – La vita funziona da sé : il nuovo video

Video
E' uscito il video de La vita funziona da sé del trio torinese Nadàr solo; è il secondo singolo estratto da Fame, uscito nel novembre 2014. di Eleonora Montesanti Dopo il grande successo di Non volevo i Nadàr Solo propongono un video psichedelico e a tratti ipnotico, prodotto da Superbudda, che vede alla regia Gabriele Ottino e Paolo Bertino, e Leana Cagnotto alla fotografia. Ecco quello che avevamo scritto riguardo a La vita funziona da sé nella nostra recensione di Fame: "La vita funziona da sé è una sorta di un manifesto che racchiude la specifica volontà di questi tre musicisti di cercare di vivere del loro lavoro in un presente in cui è molto difficile farlo: la loro scelta sta nel ripudiare tutte le certezze e nel vivere consapevolmente da persone che pagano ogni giorno il prezzo d

Paletti la metamorfosi interiore… Qui e Ora – l’intervista

Interviste
Paletti esce con il suo secondo lavoro Qui e Ora.  Il cantautore torna sulle scene musicali con un nuovo album uscito lo scorso 20 gennaio per Sugar Music, lo abbiamo intervistato, ecco cosa ci racconta!  intervista di Eleonora Montesanti Sono passati due anni dal tuo primo disco, Ergo Sum. Due anni pieni di cambiamenti importanti per te, sia a livello personale, sia a livello artistico. Qui e ora, infatti, il tuo secondo lp, è uscito con Sugar, l'etichetta di Caterina Caselli. Come è avvenuto il vostro incontro? Ero in Tour in Puglia due anni fa. Una collaboratrice della Signora Caselli venne a sentirmi. Si fece viva a settembre chiedendomi del materiale. L’incontro ufficiale fu poco dopo. Io, il mio manager e la Caselli nel suo ufficio. Ho fatto un mini live acustico per lei. E’ stat

Zen Circus al Circolo Magnolia opening AIM – live report e foto

Live Report
Zen Circus live a Milano lo scorso 28 febbraio. L'occasione è di quelle imperdibili visto che la band ha annunciato di prendersi una pausa "a tempo indeterminato"! di Eleonora Montesanti A scaldare gli animi di un Magnolia gremito di gente ci pensano gli Aim, power trio brianzolo che propone un rock granitico, ben suonato, alla Verdena. Marco Fiorello (voce, chitarra) - Marco Camisasca (basso, cori) - Matteo Camisasca (batteria)

 sono usciti lo scorso 10 febbraio con “Finalmente a casa”, primo disco integralmente in italiano. Il sound potente e intenso è l'assoluto protagonista del concerto, fino al momento in cui il bassista e il batterista scendono dal palco e, facendosi spazio tra il pubblico, iniziano a suonare in mezzo alla gente, che li accoglie con entusiasmo e curiosità. Alla fin

Daniele Celona – Amantide Atlantide : la recensione

Recensioni
E' uscito il 3 febbraio Amantide Atlantide, il secondo disco del cantautore torinese Daniele Celona, in equilibrio tra cantautorato, rock, sperimentalismo sonoro e potenza narrativa. di Eleonora Montesanti Amantide Atlantide è ambizioso, intenso e dinamico. Di dischi così ne esistono davvero pochi, dove il cantautorato più puro riesce a convivere con naturalezza con una sperimentazione continua sui suoni. La forma canzone per come la intendiamo noi praticamente si annulla, ma non ne percepiamo l'assenza; si annulla a favore di sezioni strumentali molto lunghe e narrazioni lucide e intensificate dall'estensione vocale di Celona, capace di passare dal recitato, al gridato, al falsetto in pochi secondi, provocando un costante scalpitìo di viscere. Amantide Atlantide, in realtà, è anche molto