Tag: Eagles

Eagles, un box per ripercorrere 42 anni di carriera

Album, Cantanti USA, Rock History, Rock News
  Dalla California al successo in tutto il pianeta! Il gruppo californiano che ha portato il country-rock, nelle orecchie e sulle bocche di tutti. Stiamo parlando degli Eagles. Sono stati in classifica con le loro hit per settimane in tutto il mondo.  Dopo una straordinaria e longeva vita artistica lunga 42 anni, costellata di successi intramontabili e di formidabili hits: da ‘Take It Easy’ e ‘Life In The Fast Lane’ a Lyin’ Eyes’, ‘Take It To The Limit’e ‘Already Gone’ e, naturalmente, ‘ Desperado’ e ‘Hotel California. I dischi di  Glenn Frey, Son Hanley, Bernie Leadon, Randy Meisner e Don Felder tornano in un cofanetto che le racchiude tutte insieme. "Complete Studio Album 1972-1979", un’edizione limitata che sarà nei negozi dal 26 marzo per Warner Music. Sei album spettacolari che g

South by southwest: Il Pan del Diavolo è sempre avvelenato… anche in USA

Cantanti italiani, Cantanti USA
Immaginate di fondere insieme tutti i festival e i concerti che avete visto nella vostra vita in un unico evento...così il duo palermitano composto da Pietro Alessandro Alosi e Gianluca Bartolo tentano di descrivere ciò che stanno vivendo in quel del Texas al  South by southwest. Cos'è questo festival? Un festival rock che si tiene ogni anno ad Austin, in Texas. Musica e cinematografia per 4 giorni, in cui si esibiscono più di 2000 artisti provenienti da tutto il mondo.  Qualche nome per l'edizione 2013: Black Angels, Yeah Yeah Yeahs, Thurston Moore, Meat Puppets, Eagles of Death Metal, Turnpike Troubadors, Charles Bradley, Sharon Jones and the Dap Kings, Jesse Boykins III, Iggy and the Stooges, Nick Cave and the Bad Sees, Depeche Mode ecc ecc... ma torniamo ai nostri. Il Pan del Diavolo n

I dischi più venduti di sempre… forse!

Album, Classifiche
Vi abbiamo già parlato dei dubbi del critico musicale Bill Wyman del New Yorker sulla cifra di “100 milioni di copie vendute”solitamente attribuita al disco di Michael Jackson Thriller. Proprio per questo ha coinvolto un appassionato di musica e statistiche francese, Guillaume Vieira, per fare dei conti più accurati. Vieira se ne occupa su un suo sito e ha provato a raccoglierne di più accurati per avvicinarsi a una maggiore precisione, e questa è la sua classifica dei dischi più venduti di sempre. 1. Michael Jackson, “Thriller”: 66,200,000 2. Soundtrack, “Grease”: 44,700,000 3. Pink Floyd, “The Dark Side of the Moon”: 44,200,000 4. Whitney Houston et al., “The Bodyguard”: 38,600,000 5. The Bee Gees at al., “Saturday Night Fever”: 37,200,000 6. The Eagles, “Their Greatest Hits 1971-1975”:

Quanto vendono i dischi? Il caso Thriller di Michael Jackson, e altri

Cantanti USA, Classifiche, Rock History, Rock News, Video
Quanti dischi si vendono davvero?? Sono veri i clic su YouTube?? Ecco come la mancanza di cifre condiziona la musica:ilgiornale.it/news/spettacol… — Paolo Giordano (@IlPaoloGiordano) Gennaio 7, 2013 Siamo incappati in questo tweet in cui si parla di Major e artisti, e di dati che sono veritieri quanto le capacità canorie di Hilary Duff. Quante sono davvero le copie vendute di ciascun disco? Thriller di Michael Jackson è davvero il più comprato di sempre? E i clic su YouTube sono veritieri? Negli Usa si discute del «caso Jackson». Mentre in Italia tutto tace! Finché si tratta di nutrire l'orgoglio delle popstar, va bene tutto. Ma quando le cifre diventano un traino fondamentale del successo (molti fenomeni decollano solo perché presentati come «il più cliccato su YouTube» o «il più vendu

“DAYS BEFORE THE ROBBERY”: Il Best Seller musicale dei “DOGS IN A FLAT”

Recensioni
La vera sfida in musica è partire con un pensiero o una storia e riuscire a colorarne con suoni avvolgenti ogni particolare. “Days Before The Robbery” è questo, una serie di racconti di uomini e donne comuni con vite differenti, di storie d’amore ed eventi che portano a delle scelte. I “Dogs In A Flat” portano in trionfo sonorità ricercate e melodie vincenti con il profumo country delle migliori band storiche del genere. L’album parte subito in terza con il ritmo coinvolgente di “Peggy’s Night”, e ti trascina in un fiume di emozioni che sfocia in quello che potrebbe esser il loro capolavoro: “Old Dirt Road”; gli arpeggi sono a dir poco affascinanti , stroboscopici , che potrebbero durare ore e non toccheresti mai il tasto forward:  la seconda chitarra e la voce grave del cantante scaldan