Miza Mayi: Stages of a growing flower – la recensione

Stages of a growing flower è il disco d’esordio poliedrico dell’artista nu soul afro-italiana Miza Mayi.

 

 

di Eleonora Montesanti

 

Stadi di crescita di un fiore. Si traduce così il titolo dell’album dell’artista afro-italiana Miza Mayi, qui al suo esordio come solista e autrice. Si tratta di un album poliedrico che viaggia fra molti generi musicali: nu soul, electro pop, electric jazz, lounge e funky.
Quest’abbondanza musicale, in Stages of a growing flower, non è mai sinonimo di confusione. Al contrario, è la sua più grande ricchezza, poiché tutto è amalgamato in un crescendo elegante e raffinato.

Per quanto riguarda i contenuti, Stages of a growing flower è un concept album autobiografico che rappresenta un ideale percorso di crescita interiore. E’ molto facile rispecchiarsi in queste storie di resilienza, rabbia, delusione, speranza e coraggio, poiché si tratta di sentimenti e sensazioni che riguardano tutti noi.
Come ha spiegato la stessa Miza Mayi, è sempre sorprendente rendersi conto di come la musica riesca a trasformarsi in qualcosa di universale: «La musica è la mia religione, è ciò in cui credo: un linguaggio universale che connette le persone attraverso le vibrazioni sonore. La musica è unione, condivisione. La musica è comunicazione, colore, stato d’animo. Il mio obiettivo è veicolare tali energie in modo positivo, senza giudicare, senza accusare, semplicemente trasmettere ciò che sento».

Stages of a growing flower è un disco profondo e consapevole che, per trattarsi di un esordio, dimostra un’incredibile maturità, sia artistica, sia personale.

 

TRACKLIST
01. Golden
02. Burn down my soul
03. Walk away
04. The third way
05. In my dreams
06. Jazz that funk
07. Waters
08. Kundalini love
09. Assurditè
10. Flowers
11. Tom Tom Town

Condividi
Tweet
+1
Condividi
Pin