Babil On Suite: PAZ – recensione

Paz è il nuovo disco del collettivo di musicisti, compositori e dj catanesi Babil On Suite e profuma di festa, amore e libertà.

 

 

di Eleonora Montesanti

 

Paz è il nuovo disco del collettivo catanese Babil On Suite, ovvero un caleidoscopio di stili, lingue ed esperienze musicali diverse, unite in un esperimento corale di pace artistica.
Il risultato è una storia d’amore libera e appassionata fra la musica acustica e la campionatura, che dà vita a sua volta a un disco squisitamente e naturalmente pop che ci accompagna in un viaggio concettuale nella musica di tutto il mondo.

Si tratta davvero di un lavoro eccellente, quello dei BOS, che d’altronde negli anni hanno collaborato con alcuni degli artisti italiani più importanti, come Lucio Dalla, Max Gazzè, Samuele Bersani e Mario Venuti (presente in un duetto nell’ultimo disco). La loro identità è multipla, eppure riconoscibile e riconducibile a un coro festoso.
Sicuramente i BOS sono consapevoli del potere della loro musica: dimostrare che i confini sono solo delle linee geografiche e burocratiche che non possono fermare la meraviglia del meticciato culturale. 
La parola chiave, di certo, è contaminazione.

E’ proprio da questi incontri fra ritmi, danze e canti popolari provenienti da tutto il mondo che nascono le dieci tracce che compongono questo disco così prezioso.
Funk, marcette beatlesiane, canti politici kenioti, giri di basso ispirati a Donna Summer, mantra africani e riferimenti dalliani convivono felicemente in una festa dove l’unica cosa che conta è tenere aperto il cuore.

Questo disco è un piccolo miracolo.

 

I Babil On Suite sono: 
Caterina Anastasi: Vocal and Choir / Manola Micalizzi: Vocal, Choir, Percussion / Geo Johnson: Vocal and Choir / Manuele Doca: Drum / Giuseppe Di Stefano: Piano, Organ / Elisa Messina: Guitar / Marina Latorraca: Trumpet and Trombone / Salvo Dub: Bass, Synth, Keyboard and Elettronic Drum programming.

 

TRACKLIST

  1. 2 Loose 2 Loose
  2. Call another boy
  3. Boa Babil On feat. Mario Venuti
  4. Little lamb
  5. From the distance
  6. You can be free
  7. In my cinema
  8. Paz
  9. Agora
  10. Sing it back
Condividi
Tweet
+1
Condividi
Pin