Il Corpo Docenti: quando il palco è vita – intervista

In occasione dello Scivoli Tour in corso in questi giorni e in attesa del prossimo disco prodotto da Divi dei Ministri, abbiamo voluto conoscere Il Corpo Docenti, un giovane trio alternative-rock bresciano che ha energia da vendere. Domani sera suoneranno alla Latteria Molloy di Brescia con Cara Calma ed Endrigo.

 

 

di Eleonora Montesanti

 

Partiamo proprio dall’inizio. Chi è “Il Corpo Docenti”? E come mai avete deciso di chiamarvi così?
“Il Corpo Docenti” sono Benzo, Federico e Luca. Il nome è nato mentre stavamo registrando i provini dei primi brani. Ci siamo resi conto solo dopo che lo stavamo facendo nella scuola di musica in cui ci siamo conosciuti. Ironia della vita.

Qualche mese fa è uscito il vostro EP “Scivoli”, composto da 5 brani molto intensi che viaggiano attraverso molteplici stati d’animo. Qual è il fil rouge che li unisce tutti quanti?
“Scivoli” sono cinque storie accadute a noi, direttamente e indirettamente, nell’arco di un anno. Il filo conduttore è quella sensazione di desolazione che si prova quando una storia finisce male e ti ritrovi a guardarla da lontano con rammarico.

Mi ha colpito molto un aspetto della filosofia che sta alla base del vostro modo di percepire la musica: queste canzoni non danno soluzioni ai problemi, ma di sicuro fanno sentire meno soli. Qual è per voi, più in generale, lo scopo della musica?
Non siamo mai riusciti a vedere la musica esclusivamente come un divertimento, probabilmente perché per la maggior parte delle volte la utilizziamo per esorcizzare paure e delusioni. Per noi ha una funzione altamente terapeutica e questi pezzi ne sono la prova perché ci hanno aiutato ad uscire da certe situazioni e speriamo possano fare lo stesso per chi le ascolta.

Quali sono state, invece, le ispirazioni musicali che vi hanno accompagnati nella fase più creativa di “Scivoli”?
In italia sicuramente Gazebo Penguins, Fast Animals and Slow Kids, Ministri e Verdena, ovviamente filtrati dalle nostre storie personali che per loro natura sono diverse.

Vi ricordate il vostro primo concerto? Come è andato?
Impossibile da dimenticare! Eravamo a Piacenza ed eravamo stra presi bene. Ci fa sorridere ripensare a quel momento, perché in poco più di un anno son cambiate veramente tante cose e c’è stata una bella crescita, sia personale che sul palco.

E’ iniziato da pochi giorni un tour che vi vedrà suonare anche in contesti piuttosto importanti, come per esempio alla Latteria Molloy con i Cara Calma e Endrigo. Cosa rappresenta per voi il palcoscenico?
Siamo una band e facciamo un genere che vive di palco e di concerti e pensiamo che sia in assoluto il mezzo migliore per comunicare la nostra musica. In Latteria sarà il delirio! Abbiamo già un calcetto programmato dopo il check. Vinceremo!

E se vi dico futuro, cosa mi rispondete?
Se ci dici futuro ti rispondiamo DISCO! Stiamo scrivendo con il Divi de I Ministri e siamo molto soddisfatti di come sta venendo il tutto. Concluderemo il tour di “Scivoli” e in estate ci rinchiuderemo in studio a registrare.

 

Per rimanere aggiornati sui prossimi passi de Il Corpo Docenti, vi consigliamo di seguire la loro pagina facebook
Qui, intanto, le date dello Scivoli Tour:

 

Condividi82
Tweet
+1
Condividi
Pin
82 Condivisioni