Interviste

Sex Pistols “Potrebbe uscire un nuovo album” parola di John Lydon

Gruppi inglesi, Interviste, Rock News
I Sex Pistols, potrebbero presto pubblicare un nuovo album. Ad accendere le fantasie dei fans degli inventori del punk è nientemeno che il leader della band John Lydon. Il vecchio Jhonny Rotten, la cui linfa creativa è stata rivitalizzata dalla recente tournè con i Public Image Limited, ha dichiarato: "Per quanto mi riguarda, non ci sarebbero stati i PIL se non avessi militato nei Sex Pistols", ha fatto sapere Lydon, "E' logico, quindi, che non possa prescindere dalle esigenze del mio primo gruppo. Se loro dovessero chiedermi di tornare con loro per un tour, io sarei felice di farlo... Salvo cambiare idea dopo tre settimane. Ecco come stanno le cose". Non solo sporadiche uscite dal vivo, ma anche un nuovo disco di inediti:  "Se sono stato capace di rimettere insieme i PIL, non vedo p

Beady Eye: “Diffrent gear, still speeding” sarà all’altezza di “Definitely Maybe”

Gruppi inglesi, Interviste
Con il disco in uscita e il tour in partenza, Liam Gallagher non poteva certo astenersi dall'autoproclamarsi: "Il nostro album conterrà canzoni belle come quelle di `Definitely Maybe´", ha sentenziato, "I musicisti sono migliori degli Oasis a quell'epoca. E io canto bene come sempre". Nelle intenzioni di Liam quindi ""Different gear, stil speeding" in uscita il 28 febbraio, sarà un debutto all'altezza del primo disco pubblicato dagli Oasis. Del nuovo album oltre al titolo si conosce la track list, che pubblichiamo in calce, ed il titolo del primo video. Si chiamerà "Four Letter Word". (altro…)

Liam Gallagher: “I Beady Eye dal vivo saranno incredibili”

Gruppi inglesi, Interviste, Rock News
Come nel suo stile, Liam Gallagher ha annunciato con mirabolanti proclami il prossimo tour dei Beady Eye. Il nuovo progetto dell'ex cantante degli Oasis che lo vede impegnato in prima persona senza il fratello Noel. I concerti, che porteranno quella che potrebbe tranquillamente considerarsi come un evoluzione degli Oasis senza Noel, porteranno la band ad esibirsi a Milano, il 16 Marzo all'Alcatraz. Queste le parole con le quali Liam, intervistato dalla BBC, ha presentato il tour: "Indubbiamente i concerti piccoli sono i migliori, la gente fa concerti in posti grossi solo per motivi finanziari. Ho una gran voglia di fare concerti piccoli, ma anche grandi, tutto quello che ci propongono. Sarà forte. In questi giorni stiamo provando e faremo impazzire la gente. Andremo in tutto il mondo". Lia

Bono Vox:” David Bowie è stato determinante per me e per gli U2″

Gruppi irlandesi, Interviste
Intervista a cuore aperto di Bono Vox, che al magazine Rolling Stone, si lascia andare dichiarando quale sia stata l'importanza di David Bowie per gli U2. Si avete capito bene. Il Duca Bianco ha giocato un ruolo determinante non solo nella storia della band irlandese, ma anche nella formazione canora dello stesso Bono Vox: "Gli U2 devono molto a Bowie. Ci ha fatto conoscere Berlino e gli Hansa Studios e ci ha presentato Brian Eno. Bowie non aveva paura di usare le scale e di drammatizzare le cose. Aveva degli 'alti' che andavano oltre la voce da uomo per entrare nel campo del femminile. E poi c'è lo show, il tentativo d'essere innovativi." Un ammirzaizone sconfinata al punto da trascendere i meriti musicali: "Non credo di esagerare" prosegue Bono "se dico che Bowie ha rappresentato per la

“RaccontiRaccolti” Beppe Carletti presenta il cover album dei nomadi in uscita domani

Cantanti italiani, Interviste, LaMusicaPop
Sarà disponibile da domani 26 Ottobre il nuovo disco dei Nomadi: "RaccontiRaccolti". L'album è un insieme di tributi ai grandi autori della musica italiana e non, come Francesco Guccini, Ivan Graziani, Antonello Venditti e Zucchero, ma anche Bob Marley, autori che la band ha deciso di omaggiare attraverso un album di cover. "Sì, lo so, con le cover arriviamo quasi per ultimi" ammette Beppe Carletti "Però che c'è di male siamo sempre stati interpreti". L'intervista raccolta da rockol.it in occasione dell'ospitata che la band ha fatto alla Fondazione Exodus di Don Mazzi, procede poi entrando più nello specifico, per quanto riguarda i contenuti del disco. E' sempre Beppe Carletti a parlare:"Hanno fatto cover anche i Beatles e i Rolling Stones. Ci piaceva l'idea di confrontarci con gente che s

“The Beginning”. uscirà il 30 Novembre il nuovo disco dei Black Eyed Peas

Cantanti USA, Interviste, LaMusicaPop, Rock News
Sicuramente non si tratta di vero e proprio rock, e su questo non ci sono dubbi. Ignorare però una band che, negli ultimi otto anni è stata capace di realizzare, quanto i Black Eyed Peas, hanno realizzato in nome di una qualsivoglia purezza di forme, sarebbe da ottusi. In proposito basta presentare alcune delle credenziali di Fergie e soci che con The E.N.D, loro ultima fatica, è stato due volte disco di platino negli Stati Uniti, mentre il singolo: "I gotta Feeling" è ad oggi il brano più scaricato, da quando la musica si ascolta in rete. Il prossimo 30 Novembre, uscirà nei negozi di tutto il mondo "The Beginning", ultimo lavoro della band di Los Angeles. A presentarlo al pubblico sono le parlo del cantante-produttore Will.I.Am: "Il nuovo album è l'ininzio di qualcosa di nuovo ma con una

Linkin Park, Mike Shinoda su “A Thousand Suns”: “E’ il nostro disco più impegnato”

Album, Cantanti USA, Interviste
A pochi giorni dall'uscita nei negozi, cresce l'attesa per il nuovo album dei Linkin Park. Ad aumentare la voglia di :"A Thousand Suns", sono arrivate in questi giorni le dichiarazione di Mike Shinoda, co - frontman della band. Shinoda ha parlato delle citazioni che il disco contiene in riferimento alla band Public Enemy, ma anche al fisico Robert Oppenheimer, colui che mise a punto la prima bomba atomica rifiutandosi poi di lavorare sul progetto della bomba a idrogeno, nonchè a Martin Luter King. "A Thousand Suns" sarà di fatti un disco di gran lunga più impegnato, rispetto ai precedenti lavori dei Linkin Park. Dice Shinoda: "Nel brano 'Wretches and kings' c'è un omaggio a Chuck D: è una delle canzoni più hip hop che abbiamo mai registrato, ed è molto aggressiva. E' un qualcosa che non av

“La Capanna dello zio Rock” Il ritorno alle origini di Omar Pedrini

Album, Cantanti italiani, Interviste
Oltre vent'anni spesi trasversalmente a calcare i palcoscenici di tutta Italia, dall'Arezzo Wave al festival di San Remo, una cattedra presso l'Università Cattolica di Milano, ed un nuovo disco in uscita in questi giorni. Non sono in molti, nel nostro paese, i muscisti a poter vantare il curriculum di Omar Pedrini, eppure l'ex leader dei Timoria è noto al pubblico più per le sue storie d'amore con Elenoire Casalegno e Francesca Piccinini che per lo spessore e la spigolosità, le luci e le oscurità, della sua carriera. (altro…)

Kasabian special guest dei Muse: a San Siro “West Rider Pauper Lunatic Asylum”

Gruppi inglesi, Interviste
Dici Kasabian e ti si sovrappongono una serie di immagini in maniera disordinata: Charles Manson, la strage di Bel Air, Helter Skelter dei Beatles, Tom Meighan e Sergio Pizzorno, i Muse. Cartoline. Fotografie. Ma anche la certezza di sana, energica musica che griffa il rock di sonorità elettroniche da uscirne con il cuore che ancora pompa. Sangue & sounds. Pensi Kasabian e ricostruisci mentalmente la forma di una Inghilterra che ha dato i natali a diverse generazioni di musici dalla discografia entrata di diritto negli scaffali di ciascuna casa. Nei ripiani di ciascuno scaffale. Nella polvere di ogni singolo ripiano. Due di quattro, con inevitabili scuse ad Andrea De Carlo: un binomio giovane e frizzante che sta al panorama della musica rock come certi tramonti si adagiano sui "fine-