Merovingi: Siamo Silenzio – due videoclip in anteprima!

Siamo lieti di ospitare non uno, ma ben due videoclip dei Merovingi, band di Parma che definisce il suo genere come indie-rock post antico. Siamo silenzio è il loro nuovo ep, composto da tre inediti e una cover, e l'uscita è stata accompagnata da due video.   Siamo silenzio è il nuovo Ep dei Merovingi, band parmigiana, pubblicato a giugno 2018. I quattro brani contenuti nel mini album virtuale testimoniano l’evoluzione nel sound della band dal primo lavoro discografico (Merovingi, 2015) ad oggi e rappresenta idealmente la conclusione di un primo ciclo nella vita del gruppo. Siamo silenzio, Figura del mondo, Il fiore, questi i titoli degli inediti, con testi ispirati a scritti mistici e spirituali e un impianto sonoro in bilico fra pop, prog e cantautorato, che il gruppo stesso defin
INFEST 2018 @ Circolo Magnolia: tutte le foto dei live

INFEST 2018 @ Circolo Magnolia: tutte le foto dei live

L'Infest 2018 uno dei festival alternativi più amati nel nostro paese è andato in scena lo scorso 6 Giugno al Circolo Magnolia di Segrate! Una location immersa nella natura con numerose band provenienti da tutto il globo: ASKING ALEXANDRIA, BURY TOMORROW, BEING AS AN OCEAN, SHVPES! Di seguito tutte le foto realizzate dalla nostra fotografa Elisa Hassert! ASKING ALEXANDRIA (UK) La band inglese capitanata da Danny Worsnop & Ben Bruce è stata l'headliner della giornata! I 5 di York sono in Europa per un tour estivo che li vedrà esibirsi nei più importanti festival Europei dove la band presenterà i pezzi del loro ultimo ononimo album uscito qualche mese fa sotto Sumerian Records, insieme a tutte le hit che hanno fatto la storia della lor
ANTI-FLAG per tre date in Italia: Bologna, Arluno e Cordenons

ANTI-FLAG per tre date in Italia: Bologna, Arluno e Cordenons

Manca davvero poco all’arrivo degli Anti-Flag in Italia! Tre le date imperdibili da segnarsi in agenda:   8 GIUGNO | ZONA ROVERI | BOLOGNA 9 GIUGNO | MALT FESTIVAL | ARLUNO (MI) 10 GIUGNO | ROCK TOWN | CORDENONS (PN) Gli Anti-Flag si esibiranno insieme a band d’eccesione, infatti l'8 giugno al Zona Roveri di Bologna gli Anti-Flag suoneranno insieme ai Second Youth, il 9 giugno al Malt Festival di Arluno (MI) con Derozer, Second Youth e Andead. Con più di vent’anni di carriera musicale alle spalle, dieci album in studio e svariati tour mondiali con band come Rage Against The Machine, Sick of It All, The Offspring e Rancid, gli Anti-Flag continuano instancabilmente a risvegliare gli animi del pubblico attraverso la loro musica. Il quartetto di Pittsburgh (Pennsylvania, USA) incarna u
Francess: Submerge – la recensione

Francess: Submerge – la recensione

Submerge è il nuovo disco di Francess, l'artista italo-giamaicana che, col suo inconfondibile timbro, dà vita a un pop-soul elegante e profondo.     di Eleonora Montesanti   Avevo già parlato di Francess ai tempi di A bit Italiano (QUI potete leggere la recensione), ovvero una raccolta di brani italiani della tradizione popolare tradotti in inglese in un progetto ambizioso e davvero ben riuscito, uscito alla fine del 2016.  Sono stata molto felice di scoprire che Francess, anche nel nuovo disco intitolato Submerge, abbia basato la propria identità artistica soprattutto sul multiculturalismo, inteso come immersione senza filtri in tutti gli stimoli artistici incontrati nel corso della vita. Un punto di partenza imprescindibile per tutte e dieci le tracce che com
Rita Zingariello: Il canto dell’ape – la recensione

Rita Zingariello: Il canto dell’ape – la recensione

Il canto dell'ape, il nuovo disco di Rita Zingariello, è un'opera limpida e istintiva, in cui la canzone d'autore va a braccetto con il pop migliore.     di Eleonora Montesanti    Si nota fin dal primo ascolto che Il canto dell'ape, il secondo LP della cantautrice pugliese Rita Zingariello, è un disco molto variegato e spontaneo, in cui si uniscono con profonda armonia il pop e la canzone d'autore.  Melodie e contenuti viaggiano sullo stesso percorso, si valorizzano a vicenda e mantengono sempre intatta la loro identità. Più che con dodici canzoni, in realtà, sembra di avere a che fare con dodici racconti, ognuno con una piccola trama, legata però in qualche modo a tutti gli altri. E il legame è proprio Rita, con la sua voce così potente e pulita, con i suoi t
Inschemical – la recensione del disco d’esordio della band calabrese

Inschemical – la recensione del disco d’esordio della band calabrese

Inschemical è l'album d'esordio della band omonima, un viaggio tra vicende sociali e collettive supportate da melodie alternative rock.     di Eleonora Montesanti   «Il nome Inschemical è il risultato di tre parole: Insano-Schema-Calabria. Insano è tutto ciò che ci circonda, tutto ciò che vediamo; lo Schema è il risultato dell’insieme delle idee musicali che ci accomunano; la Calabria è la nostra regione di appartenenza. Una terra bella, amara e dolce che amiamo e detestiamo». Quello degli Inschemical, lo si intuisce dalle loro stesse parole, è un manifesto che esprime un'identità forte e chiara. Lo è negli schemi melodici delle otto canzoni che compongono il loro disco d'esordio, dove distorsioni e dolcezza sono i due volti di un alternative rock ben fronteggiato. E lo
Riccardo Maffoni: Faccia – la recensione

Riccardo Maffoni: Faccia – la recensione

A dieci anni di distanza dall'ultimo disco, il cantautore rock bresciano Riccardo Maffoni torna con Faccia, un album in cui racconta tutto se stesso.     di Eleonora Montesanti   Faccia, il nuovo lavoro discografico di Riccardo Maffoni, rappresenta un quadro, con tante immagini - le canzoni - che fanno parte dello stesso grande disegno - lo sguardo sul mondo dell'artista. Infatti, niente come le sue parole possono descrivere meglio qual è la maniera migliore per approcciarsi all'ascolto di questo disco: «Quando sono entrato in studio per lavorare a questo nuovo album avevo solamente la convinzione di registrare canzoni che parlassero di tutto quello che c’era stato nella mia vita dal mio ultimo album di inediti uscito nel 2008 a oggi. Volevo raccontarmi, senza
Furia: Cantastorie – la recensione

Furia: Cantastorie – la recensione

Cantastorie è il disco d'esordio di Furia, un contenitore di storie vere narrate come cronache poetiche. La produzione è di Luigi Albertelli.     di Eleonora Montesanti E' stato curioso scoprire che Furia non sia un nome d'arte scelto dalla cantautrice milanese, bensì il suo vero cognome. Perché Furia è una descrizione che si addice alla perfezione sia a lei, sia alla sua concezione di canzone d'autore.  Cantastorie, il disco d'esordio di Furia, infatti, è un lavoro che dimostra molta forza: l'artista non ha peli sulla lingua e, soprattutto, cerca di mettersi nei panni di tutti i personaggi - soprattutto femminili - delle storie che narra, scegliendo consapevolmente di prendere il posto del protagonista. Ciò le permette di descrivere meglio emozioni e sensazioni. Ci vuo
Francesco Pelosi – Il rito della città [anteprima video]

Francesco Pelosi – Il rito della città [anteprima video]

Ospitiamo in anteprima esclusiva su Lamusicarock Il rito della città, il nuovo singolo di Francesco Pelosi estratto dall'album omonimo uscito lo scorso ottobre. Il video è un viaggio tra le osterie di Parma, città d'origine del cantautore.      Il 20 aprile 2018 il cantautore Francesco Pelosi ha presentato a Parma, sua città natale, il suo primo disco, Il rito della città. Nelle ore che da quel caldo pomeriggio hanno portato alla sera e quindi al concerto, Francesco e i suoi musicisti (Rocco Marchi, Nicolas Furlan, Luigi Martinelli, Elena Champion e Salvatore Iaia), seguiti dalla regista Giorgia Cendamo, hanno fatto il giro di 13 osterie di Parma (o meglio, di luoghi che ricordano l’atmosfera e lo spirito di quegli antichi ritrovi di cui un tempo la città era colma), canta
Giacomo Scudellari: Lo stretto necessario – la recensione

Giacomo Scudellari: Lo stretto necessario – la recensione

Lo stretto necessario, il primo LP di Giacomo Scudellari uscito il 16 marzo 2018 per Brutture Moderne, celebra il gusto onesto della gioia in nove canzoni positive e vitali.     di Eleonora Montesanti   Quando pensiamo a un cantautore, in genere lo associamo a canzoni intrise di sentimenti tristi e pene d'amore. Da questo punto di vista Giacomo Scudellari può essere considerato l'anti-cantautore per antonomasia: le canzoni de Lo stretto necessario (il suo primo disco), infatti, sono una costante ricerca di gioia e allegria. E non è mica facile avere un ruolo del genere, soprattutto perché Scudellari è uno che ci tiene molto a riempire l'astrattismo delle emozioni con la concretezza dei gesti e dei fatti. Per questo il suo disco dà voce a uno spirito leggero, in grado di