Foo Fighters, recensione e foto del concerto di Bologna

Il rock dei Foo Fighters incanta Bologna, ecco il fan report della nostra inviata Marina Monari.

foto 2Ma che bellissimo”,strepitoso e meraviglioso” e “rimarremo almeno per una settimana con i cuoricini negli occhi ” questi sono i commenti di amici che  hanno partecipato al concerto del 13 novembre 2015 a Bologna dei Foo Fighters. Di certo rimarremo per almeno qualche giorno con l’estasi negli occhi e nelle orecchie per aver ascoltato questo meraviglioso gruppo che ha emozionato e divertito 10.000 o 11.000 persone in un’arena che forse nemmeno li poteva contenere.

Le canzoni sono state tante, tutti singoli che hanno fatto la storia del gruppo e che chi conosce e ama i Foo Fighters da un po’ di anni ha cantato e ballato a squarciagola. Dave Grohl ha coinvolto il pubblico in una maniera eccezionale, nonostante la gamba rotta, quel pezzo di storia del rock che è il frontman dei Foo Fighters, come un vecchio re seduto sul suo trono di chitarre, è riuscito a far provare al pubblico quasi tre ore di estasi senza interruzioni. Tutto era magia e improvvisazione come il momento dei cori di mana’mana’ di “skin & bones” o gli “wooh ooohhh” su “Best of you” intonati dalla Unipol Arena. Siamo la miglior fuckin’ crazy audience di sempre, ci battezza Dave Grohl.

Bologna  c’era con il cuore, con l’anima, con la voce, con le gambe e con le braccia. Una gran parte dell’Italia c’era in quel rock dolce e scalmanato di questo gruppo nato dal grunge di Seattle, che ha conosciuto il più pazzo dei pazzi e di quella follia ha saputo farne arte. Ogni momento di questo concerto rimarrà sicuramente impresso nei  cuori di chi ha avuto avuto la fortuna di essere presente a questa ultima data del tour europeo dei Foo Fighters.

foto 4La musica e le emozioni che può dare nessun uomo e nessuna bomba potrà mai distruggere, né cancellare, questa forza. Ad un un concerto siamo tutti fratelli siamo tutti uniti nella stessa passione, è come se ci tenessimo per mano e vivessimo nello stesso momento un solo battito. E i Foo Fighters ce lo hanno ricordato proprio un attimo prima di Parigi. Grazie a chi c’è stato e ha reso possibile questo spettacolo formidabile.



Le foto del concerto sono state scattate da Matteo Silla.

foto 2 foto 5 foto 3 foto 1